R. Martini
SE/TC11 Le sanzioni nei tributi regionali e locali
Legislazione, giurisprudenza e prassi - Entrate tributarie ed extratributarie

a cura di L. Lovecchio
Le sanzioni nei tributi regionali e locali

2005

pp. 320

Prezzo €: 25,00

formato 17 x 24

 

(9788851302672)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il sistema delle entrate di regioni ed enti locali territoriali può essere di natura tributaria o extratributaria: di conseguenza, l'impianto sanzionatorio sottostante può riguardare tributi oppure introiti meramente amministrativi.
L'autore passa in rassegna l'intera disciplina in materia, analizzando violazioni e sanzioni, così da offrirne un quadro sistematico ed esaustivo.
Per la struttura che lo caratterizza, il volume si candida a riferimento teorico-operativo per: contribuenti, amministratori pubblici e responsabili dei servizi finanziari delle Regioni e degli enti locali territoriali, professionisti.

1. I principi: 1.1 I principi costituzionali - 1.1.1 Il principio di contribuzione in ragione della capacità contributiva - 1.1.2 Il principio della riserva di legge - 1.1.2.1 Il principio della riserva di legge e i sistemi di autonomia impositiva degli enti territoriali - 1.1.2.1.1 La nuova disciplina costituzionale - 1.1.2.1.2 La potestà normativa degli enti territoriali in materia tributaria secondo la sentenza della Corte cost. 20 gennaio 2004, n. 37 - 1.1.3 Il principio di legalità - 1.1.4 Il principio di irretroattività - 1.1.5 Il divieto di discrezionalità amministrativa - 1.2 Disposizioni di principio sulle sanzioni amministrative - 1.2.1 L. 7 gennaio 1929, n. 4: considerazioni introduttive - 1.2.1.1 La constatazione delle violazioni delle leggi finanziarie - 1.2.1.2 Il divieto di sequestro dei libri di commercio - 1.2.1.3 I soggetti cui spetta l’accertamento delle violazioni delle leggi finanziarie che non costituiscono reato e le loro potestà - 1.2.2 L. 24 novembre 1981, n. 689: considerazioni introduttive - 1.2.2.1 Il principio di legalità - 1.2.2.2 La capacità di intendere e di volere - 1.2.2.3 L’elemento soggettivo - 1.2.2.3.1 Segue: L’errore - 1.2.2.4 Le cause di esclusione della responsabilità - 1.2.2.5 Il concorso di persone - 1.2.2.6 La solidarietà - 1.2.2.7 L’intrasmissibilità dell’obbligazione - 1.2.2.8 Il cumulo giuridico e materiale - 1.2.2.9 Il principio di specialità - 1.2.2.10 I criteri per l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria - 1.2.2.11 La reiterazione delle violazioni - 1.2.2.12 Gli atti di accertamento della violazione - 1.2.2.13 La procedura di irrogazione della sanzione: la contestazione e la notificazione - 1.2.2.14 La procedura di irrogazione della sanzione: il rapporto - 1.2.2.15 La procedura di irrogazione della sanzione: l’ordinanza-ingiunzione - 1.2.2.16 La riscossione della sanzione - 1.3 Disposizioni di principio sulle sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie: d.lgs. 18 dicembre 1997, n. 472 - 1.3.1 La nozione di sanzione amministrativa-tributaria - 1.3.2 Il principio di legalità - 1.3.3 L’imputabilità - 1.3.4 La colpevolezza - 1.3.5 Le cause di non punibilità - 1.3.6 La determinazione della sanzione - 1.3.7 Il principio dell’intrasmissibilità agli eredi della sanzione amministrativa tributaria - 1.3.8 Il concorso di persone - 1.3.9 L’autore mediato - 1.3.10 I responsabili per la sanzione amministrativa - 1.3.10.1 La responsabilità della persona giuridica ex art. 7 d.l. n. 269 del 2003 - 1.3.11 Il concorso di violazioni e la continuazione - 1.3.12 Il ravvedimento - 1.3.13 Le procedure: a) il procedimento di irrogazione ordinario; b) l’irrogazione immediata; c) l’iscrizione a ruolo; d) l’ingiunzione fiscale - 1.3.14 La tutela giurisdizionale e i ricorsi amministrativi - 1.3.15 L’esecuzione delle sanzioni - 1.3.16 La riscossione - 1.3.16.1 Il fermo amministrativo dei veicoli - 1.4 Le disposizioni di principio a tutela dei diritti del contribuente: l. 27 luglio 2000, n. 212. Considerazioni introduttive - 1.4.1 La chiarezza e trasparenza della disposizione tributaria - 1.4.2 L’efficacia temporale della norma tributaria - 1.4.3 La conoscenza degli atti e la semplificazione - 1.4.4 La chiarezza e motivazione degli atti - 1.4.5 La tutela dell’affidamento e della buona fede - 1.4.6 Il diritto di interpello del contribuente - 1.5 I poteri normativi degli enti territoriali: la potestà normativa delle regioni - 1.5.1 La potestà regolamentare generale delle province e dei comuni - 1.5.1.1 La potestà sanzionatoria degli enti locali. 2. Gli illeciti relativi alle entrate delle regioni a statuto ordinario: 2.1 Entrate tributarie - 2.1.1 Accisa regionale sulla benzina per autotrazione: lineamenti strutturali - 2.1.1.1 Le sanzioni - 2.1.2 Addizionale regionale all’imposta di consumo sul gas metano - 2.1.3 Addizionale regionale all’imposta sul reddito delle persone fisiche - 2.1.4 Compartecipazione regionale all’IVA - 2.1.5 Imposta regionale sulle attività produttive - 2.1.5.1 L’accertamento del presupposto - 2.1.6 Imposta sulle concessioni statali - 2.1.7 Imposta regionale sulle emissioni sonore degli aeromobili - 2.1.8 Imposta sostitutiva per le utenze esenti - 2.1.9 Tassa automobilistica regionale - 2.1.10 Tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche delle regioni: lineamenti strutturali - 2.1.10.1 Le sanzioni - 2.1.11 Tassa regionale per il diritto allo studio universitario - 2.1.12 Tassa sulle concessioni regionali - 2.1.13 Tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi - 2.1.14 Tassa di abilitazione all’esercizio della professione - 2.2 Entrate extratributarie - 2.2.1 Canoni sulle concessioni demaniali marittime. 3. Gli illeciti relativi alle entrate degli enti locali territoriali: 3.1 Entrate tributarie - 3.1.1 Addizionale provinciale e comunale all’imposta erariale sul consumo di energia elettrica: lineamenti strutturali - 3.1.1.1 Le sanzioni - 3.1.2 Addizionale provinciale e comunale all’imposta sul reddito delle persone fisiche - 3.1.3 Imposta comunale sugli immobili: lineamenti strutturali - 3.1.3.1 L’attività di accertamento - 3.1.3.2 L’attività di liquidazione - 3.1.3.3 L’attività di accertamento e liquidazione conseguente all’atto di attribuzione o modificazione della rendita - 3.1.3.4 Le sanzioni - 3.1.4 Imposta comunale sulla pubblicità e diritto sulle pubbliche affissioni: lineamenti strutturali - 3.1.4.1 L’attività di rettifica e di accertamento d’ufficio - 3.1.4.2 Le sanzioni tributarie - 3.1.4.3 Le sanzioni amministrative - 3.1.5 Imposta comunale imprese arti e professioni - 3.1.6 Imposta provinciale di trascrizione - 3.1.7 Addizionale provinciale all’imposta erariale di trascrizione - 3.1.8 Imposta provinciale per l’iscrizione dei veicoli nel P.R.A. - 3.1.9 Imposta sulle assicurazioni contro la responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore - 3.1.10 Tassa per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche dei comuni e delle province: rinvio - 3.1.10.1 L’attività di controllo e liquidazione - 3.1.10.2 L’attività di accertamento - 3.1.10.3 La riscossione coattiva - 3.1.11 Tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani: lineamenti strutturali - 3.1.11.1 L’attività di accertamento e di rettifica - 3.1.11.2 Le sanzioni - 3.1.11.3 La riscossione del tributo e delle sanzioni - 3.1.12 Tributo provinciale per la tutela ambientale - 3.1.13 Addizionale comunale sui diritti d’imbarco di passeggeri sugli aeromobili - 3.2 Entrate extratributarie - 3.2.1 Canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche - 3.2.2 Canone per l’installazione di mezzi pubblicitari - 3.2.3 Canone di fognatura e depurazione acque reflue - 3.2.4 Contributo di costruzione
Roberto Martini
Laureato in Economia e Commercio e in Giurisprudenza. Dottore commercialista in Verona, docente in Economia aziendale e Scienza delle Finanze, è autore di numerosi articoli scientifici di diritto tributario e cultore della materia presso l’Università di Verona.