D. Li Vecchi - G. A. Mazzarella
SE/OF6 I nuovi Statuti degli enti locali
Aggiornato alla L. 5 giugno 2003, n. 131
Con appendice normativa
I nuovi Statuti degli enti locali

2004

pp. 144

Prezzo €: 14,00

formato 17 x 24

 

(9788851302214)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
La riforma del Titolo V, Parte II della Costituzione ha delineato un nuovo quadro di riferimento dei rapporti istituzionali che intercorrono tra i diversi livelli di governo locale, attraverso un potenziamento della potestà normativa dei Comuni, delle Province e delle Città metropolitane. In tale ottica, gli Statuti assumono un'importanza strategica, quali strumenti fondamentali per la valorizzazione delle specificità e della dimensione organizzativa proprie di ciascun ente locale.
Il volume passa in rassegna i principali argomenti di dibattito che riguardano la materia, proponendo, anche con l'ausilio di riferimenti giurisprudenziali, le linee guida di carattere interpretativo.
Non manca, infine, un esame degli aspetti e dei profili di carattere procedurale relativi all'approvazione dello strumento statutario, nonché delle nozioni fondamentali di tecnica redazionale dello stesso.
1 L’evoluzione storica del sistema delle autonomie locali dall’unità d’Italia alla Costituzione repubblicana: 1.1 Le origini - 1.2 I Testi unici del 1915 e del 1934 - 1.3 La Costituzione repubblicana - 1.4 La legge 8 giugno 1990, n. 142 - 1.5 Le leggi Bassanini n. 59 e n. 127 del 1997: la riforma del sistema amministrativo a Costituzione invariata. 2 Dalla legge 265/1999 (legge Napolitano-Vigneri) al Testo Unico 267/2000: 2.1 La riforma recata dalla legge 3 agosto 1999, n. 265 - 2.2 Il d.lgs. 267/2000, testo unico sugli enti locali - 2.3 La l. cost. 3/2001 e il riconoscimento costituzionale del principio di sussidiarietà - 2.4 Le funzioni amministrative: la sussidiarietà verticale (art. 118, comma 2) - 2.5 Le funzioni di interesse generale affidate all’iniziativa privata: la sussidiarietà orizzontale (art. 118, comma 4). 3 La progettazione dello strumento statutario: 3.1 Il processo di adeguamento degli Statuti degli enti locali al nuovo assetto legislativo - 3.2 Le dimensioni organizzative dell’ente locale - 3.3 Lo Statuto quale strumento di elaborazione delle risposte organizzative ai fattori produttivi di incertezza ambientale. 4 La collocazione dello Statuto nel sistema delle fonti del diritto: 4.1 Profili sistematici - 4.2 Le diverse posizioni dottrinarie sul tema alla luce dei più recenti interventi legislativi. 5 Le problematiche connesse alla delimitazione della macrostruttura dello Statuto: 5.1 Concetto di macrostruttura dello Statuto - 5.2 Il Contenuto obbligatorio dello Statuto - 5.2.1 Le attribuzioni degli organi - 5.2.2 Le forme di garanzia e di partecipazione delle minoranze - 5.2.3 I modi di esercizio della rappresentanza legale dell’ente - 5.2.4 I criteri generali in materia di organizzazione dell’ente - 5.2.5 Le forme di collaborazione fra Comuni e Province - 5.2.6 Le forme della partecipazione popolare - 5.2.7 Le forme dell’accesso dei cittadini alle informazioni ed ai procedimenti amministrativi - 5.2.8 Le forme del decentramento - 5.2.9 Lo stemma e il gonfalone - 5.2.10 Le pari opportunità fra uomo e donna - 5.3 Il Contenuto facoltativo dello Statuto - 5.3.1 Gli istituti referendari - 5.3.2 Il Difensore civico - 5.4 I limiti contenutistici dello Statuto. 6 Le dinamiche di relazione tra gli organi istituzionali e burocratici dell’ente locale: 6.1 Premessa - 6.2 La relazione intercorrente fra il Sindaco o Presidente della Provincia e la Giunta - 6.3 La relazione intercorrente fra la Giunta ed il Consiglio - 6.4 La relazione intercorrente tra la Giunta e i dirigenti. 7 La disciplina legislativa dei profili procedurali connessi all’approvazione dello Statuto: 7.1 Il procedimento di approvazione dello Statuto - 7.2 L’individuazione dei soggetti titolati ad assumere l’iniziativa per l’adeguamento dello Statuto - 7.3 La votazione parziale e la votazione finale dello Statuto. L’analisi delle problematiche connesse alla presentazione e votazione degli emendamenti - 7.4 L’abrogazione totale o parziale dello Statuto previgente - 7.5 La pubblicazione. 8 Le tecniche di redazione delle disposizioni statutarie: 8.1 Le linee guida di riferimento per la redazione dello Statuto - 8.2 La veste formale delle disposizioni contenute negli Statuti - 8.3 Articolazioni strutturali delle norme statutarie. Tavole sinottiche: Tavola n. 1: Articoli del d.lgs. 267/2000 riguardanti l’esercizio della potestà statutaria. Tavola n. 2: Il Titolo V, Parte II della Costituzione prima e dopo la l. cost. 3/2001. Appendice normativa - Disegno di legge recante disposizioni per l’adeguamento dell’ordinamento della Repubblica alla legge costituzionale 18 ottobre 2001, n. 3 - Relazione illustrativa al d.d.l. La Loggia - Relazione tecnico-normativa al d.d.l. La Loggia - Legge 5 giugno 2003 n. 131. — “Disposizioni per l’adeguamento dell’ordinamento della Repubblica alla legge costituzionale 18 ottobre 2001 n. 3” (Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 132 del 10 Giugno 2003)