M. Barbuto
SE/MDS9 La società a responsabilità limitata
Aggiornato ai decreti di modifica ed integrazione della riforma del diritto societario (D.Lgs. 6 febbraio 2004, n. 37 e D.Lgs. 28 dicembre 2004, n. 310)
La società a responsabilità limitata

2005

pp. 528

Prezzo €: 42,00

formato 17 x 24

 

(9788851302894)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Le modifiche alla disciplina della S.r.l. sono fra le novità più rilevanti della riforma societaria. Il d.Lgs. 6/2003 ha riservato un apposito gruppo di norme (artt. 2462-2483) alla regolamentazione del nuovo modello in modo autonomo rispetto alla S.p.a. "Società con due anime" è stata definita la S.r.l. da gran parte della dottrina: "anima capitalistica" e "anima personalistica". Un "Giano bifronte", secondo una brillante metafora. "Società di persone a responsabilità limitata", secondo altri commentatori.
Il volume si propone, attraverso una lettura sistematica delle nuove norme ed un'analisi completa dei profili di disciplina maggiormente incisi dalla riforma, di offrire un quadro compiuto ed organico della materia, rivolgendosi soprattutto a dottori commercialisti, ragionieri, consulenti del lavoro, giovani avvocati, amministratori di società, manager.
L'opera si dipana attraverso brevi monografie su argomenti topici della nuova S.r.l.: la nascita-costituzione, con una trattazione dei conferimenti, dei finanziamenti e dei titoli di debito; la natura giuridica, le regole pratiche e le vicende traslative delle "partecipazioni", con la trattazione del recesso e dell'esclusione del socio; l'aspetto funzionale dell'amministrazione e del controllo, con una sintetica digressione sui libri, sulle scritture contabili, sul bilancio e su sindaci e revisori; la maturazione e l'adozione delle decisioni societarie; le modificazioni di struttura e le operazioni sul capitale.
Capitolo I: La S.r.l. prima della riforma - 1.1 Nascita della S.r.l. - 1.2 Il “modello 1882”: la società anonima per quote - 1.3 Modello inglese e modello germanico - 1.4 La scelta del legislatore del 1942 - 1.5 Le riforme successive al 1942 e l’influenza delle Direttive comunitarie - 1.5.1 Riforma del 1969 a seguito della I Direttiva - 1.5.2 Riforma del 1974 a seguito della miniriforma della S.p.a. - 1.5.3 Riforma del 1977 sull’adeguamento del capitale sociale - 1.5.4 Riforma del 1986 a seguito della II Direttiva - 1.5.5 Riforma del 1991 a seguito della IV e della VII Direttiva - 1.5.6 Riforma del 1993 a seguito della XII Direttiva sul socio unico - 1.5.7 Riforma del 1993 sulla trasparenza nella cessione di partecipazioni - 1.5.8 Prima riforma del 1998-99 connessa all’introduzione dell’euro - 1.5.9 Riforma del 2000 sull’abolizione dell’omologa - 1.5.10 Seconda riforma connessa all’euro (anno 2001) - 1.6 L’identikit della S.r.l. alla vigilia della riforma - 1.7 La S.r.l. a confronto con i Paesi europei
Capitolo II: La riforma - 2.1 Dal progetto Mirone alla legge-delega n. 366 del 2001 - 2.2 Le fasi della “riforma Vietti” - 2.3 Sintesi delle tappe - 2.4 Lo scenario giuridico della riforma - 2.5 Lo scenario socio-economico della riforma - 2.6 I principi generali della legge-delega - 2.7 La rilevanza degli stakeholders - 2.8 Il panorama societario negli anni ’90 - 2.9 Il dibattito sulle società aperte e chiuse - 2.10 Segue: la rilevanza della distinzione - 2.11 Importanza della “legge Draghi” del 1998 - 2.12 Dal progetto di riforma alla legge-delega di riforma - 2.13 Principi e criteri direttivi in tema di S.r.l. - 2.14 Segue: sintesi dei principi e criteri direttivi - 2.15 Il controllo di legittimità costituzionale della legge delegata - 2.16 Giudizio complessivo sulle norme delegate
Capitolo III: La costituzione della S.r.l. - 3.1 La S.r.l. nel codice civile - 3.1.1 La norma di apertura (art. 2462) - 3.2 Personalità giuridica, autonomia patrimoniale, responsabilità - 3.3 Il concetto di persona giuridica - 3.4 Persona fisica, persona giuridica e soggetti di diritto - 3.5 Persona giuridica e organi - 3.6 Rapporto fra personalità giuridica e autonomia patrimoniale - 3.7 L’art. 2462: analisi del secondo comma (rinvio) - 3.8 Il momento costitutivo della S.r.l.: art. 2463 - 3.9 Necessità dell’atto pubblico - 3.10 Il contenuto dell’atto pubblico di costituzione - 3.11 Le disposizioni riguardanti la S.p.a. richiamate dall’art. 2463 - 3.12 I singoli richiami normativi: art. 2329 - 3.13 Segue: art. 2330 - 3.14 Segue: art. 2331 - 3.15 Segue: art. 2332 - 3.16 Segue: art. 2341 - 3.17 La S.r.l. unipersonale - 3.18 Segue: le modifiche al codice introdotte nel 1993 - 3.19 La “nuova” S.r.l. a struttura unipersonale
Capitolo IV: I conferimenti dei soci - 4.1 Disciplina dei conferimenti - 4.1.1 Conferimento - 4.1.2 Quota - 4.1.3 Capitale sociale (nominale) - 4.1.4 Partecipazione - 4.1.5 Sintesi dei quattro termini - 4.2 Dieci regole fondamentali per i conferimenti - 4.3 Principi ispiratori e precedenti normativi - 4.3.1 I precedenti normativi - 4.4 Complessità della disciplina sui conferimenti - 4.5 I conferimenti nella S.p.a - 4.6 I conferimenti nella società semplice - 4.7 Segue: la disciplina degli artt. 2254 e 2255 - 4.8 I conferimenti in funzione del capitale sociale - 4.9 Il conferimento in danaro - 4.10 Il conferimento di beni in natura o di crediti (con relazione giurata) - 4.11 Segue: la responsabilità dell’esperto - 4.12 Segue: gli acquisti c.d. “pericolosi” (acquisti rilevanti entro il biennio) - 4.13 Il conferimento di opere e servizi - 4.14 Segue: dibattito sulle due tesi - 4.15 La ratio dell’art. 2464, comma 6, sulla conferibilità di un facere - 4.16 Commento sulla novità normativa - 4.17 L’iscrizione in bilancio delle opere e servizi - 4.18 Conclusioni sul conferimento di opere e servizi - 4.19 Postilla alle conclusioni
Capitolo V: I finanziamenti dei soci e i titoli di debito - 5.1 Disciplina dei finanziamenti dei soci - 5.2 La Relazione ministeriale - 5.3 I precedenti che hanno influenzato il legislatore: a) la normativa germanica - 5.4 Segue: b) la giurisprudenza nazionale - 5.4.1 La sentenza della Cassazione n. 2314/1996 - 5.4.2 Le sentenze della Cassazione degli anni 2000 - 5.4.3 Le decisioni dei giudici di merito - 5.4.4 La giurisprudenza tributaria - 5.5 Il dibattito dottrinale antecedente alla riforma - 5.6 La scelta del legislatore del 2003: l’approccio tipologico - 5.7 Conclusione sui finanziamenti - 5.8 L’art. 2467, una norma di applicazione generale - 5.9 Sintesi sui conferimenti e sui finanziamenti quali “connotati tipici” della S.r.l. - 5.10 Emissione dei titoli di debito - 5.11 La terminologia: a) nozione di titolo di debito - 5.12 Segue: b) nozione di investitore professionale - 5.13 Sintesi del quadro normativo sui titoli di debito - 5.14 La garanzia in caso di circolazione dei titoli di debito - 5.15 Segue: le tesi della dottrina - 5.16 Quale futuro per i titoli di debito?
Capitolo VI: Le partecipazioni: natura giuridica, regole, vicende traslative - 6.1 Le regole fondamentali sulle partecipazioni - 6.2 Divieto di emettere azioni - 6.3 Partecipazione e conferimenti quali variabili indipendenti - 6.4 I “particolari diritti” di cui all’art. 2468, terzo comma - 6.5 Comunione di partecipazione - 6.6 Trasferimento della partecipazione - 6.7 Natura giuridica della quota di partecipazione - 6.8 La regolamentazione concreta - 6.9 Conclusioni sul trasferimento - 6.10 Modalità del trasferimento - 6.11 Iscrizione nel libro soci dell’atto di trasferimento - 6.12 Doppio trasferimento di partecipazione e acquisto a non domino - 6.13 La soluzione scelta dal legislatore - 6.14 Pubblicità del passaggio al regime di socio unico (e viceversa) - 6.15 Quote liberate e non liberate - 6.16 Obblighi dei contraenti in caso di cessione di quota “non liberata” - 6.17 Segue: problemi pratici - 6.18 Espropriazione, sequestro, pegno, usufrutto della partecipazione - 6.19 Segue: pignoramento ed esecuzione forzata - 6.20 Segue: pegno, usufrutto - 6.21 Segue: sequestro - 6.22 Divieto di compiere operazioni sulle proprie partecipazioni - 6.23 La ratio del divieto - 6.24 La casistica giurisprudenziale
Capitolo VII: Recesso ed esclusione del socio - 7.1 Il recesso dalla S.r.l. prima della riforma - 7.2 I criteri direttivi della legge-delega e le norme di attuazione - 7.3 La lettura dell’art. 2473 in funzione degli interessi tutelati - 7.4 Le nuove regole desumibili dall’art. 2473 - 7.5 Le ragioni della riforma - 7.6 I criteri di liquidazione della quota - 7.7 Confronto fra vecchia e nuova normativa - 7.8 La nuova disciplina fra impostazione personalistica e impostazione capitalistica della S.r.l. - 7.9 Questioni pratiche ancora aperte - 7.10 L’esclusione del socio
Capitolo VIII: Amministrazione e controllo dei soci - 8.1 Principi e criteri direttivi in materia di amministrazione della S.r.l. - 8.2 Il potere di nomina degli amministratori - 8.3 Pubblicità della nomina - 8.4 Pluralità di amministratori - 8.5 Rappresentanza della società - 8.6 Rappresentanza o “legittimazione rappresentativa”? - 8.7 Segue: confronto con la S.p.a. - 8.8 Sintesi delle varie forme di amministrazione - 8.9 Amministrazione collegiale - 8.10 Amministrazione disgiuntiva e congiuntiva - 8.11 Segue: questioni pratiche in caso di disaccordo degli amministratori - 8.12 Segue: alcune proposte di soluzione - 8.13 Sintesi dei poteri e doveri degli amministratori - 8.14 Conflitto di interessi degli amministratori - 8.15 Analisi della nuova disciplina sul conflitto d’interessi - 8.16 Segue: la speciale disciplina per la S.r.l. unipersonale - 8.17 Il regime della responsabilità degli amministratori - 8.18 L’azione individuale del socio quale “azione sociale di responsabilità” - 8.19 Segue: una innovazione dirompente? - 8.20 Aspetti processuali dell’azione ex art. 2476, terzo comma - 8.21 Segue: la c.d. sostituzione processuale - 8.22 Questioni pratiche: a) cumulo delle azioni del socio e della società - 8.23 Segue: b) rinuncia, transazione, effetto di cosa giudicata - 8.24 Segue: c) fallimento della società, prescrizione - 8.25 Azione di responsabilità e amministratore di fatto - 8.25.1 Responsabilità del socio non amministratore (art. 2476, comma 7) - 8.25.2 Segue: l’ambito di operatività del comma 7 e l’avverbio “intenzionalmente” - 8.25.3 Segue: il significato dell’avverbio “intenzionalmente” secondo la giurisprudenza - 8.25.4 Segue: conclusioni sul comma 7 - 8.26 Il potere di “ispezione” del socio - 8.27 Il procedimento ex art. 2409 prima e dopo la riforma - 8.28 Inapplicabilità dell’art. 2409 alla S.r.l. - 8.29 Segue: verifica delle fonti normative - 8.30 Possibile applicabilità dell’art. 2409 alla S.r.l. con collegio sindacale obbligatorio - 8.30.1 I primi interventi della giurisprudenza
Capitolo IX: Controllo legale dei conti, collegio sindacale, revisori - 9.1 Controllo legale dei conti: verifica del rispetto della legge delega - 9.2 Due casi di obbligatorietà del collegio sindacale - 9.3 Segue: problemi interpretativi dell’art. 2477, quarto comma - 9.4 Un terzo caso di obbligatorietà del collegio sindacale: S.r.l. che esercita attività sportive professionistiche - 9.5 Un quarto caso di obbligatorietà del collegio sindacale: S.r.l. tenuta al bilancio consolidato - 9.6 Il sistema dei controlli nelle società di capitali - 9.7 Il collegio sindacale: un organo fra tradizione e innovazioni - 9.8 Evoluzione delle funzioni del collegio sindacale - 9.9 Il revisore (e la società di revisione) - 9.10 Evoluzione della figura del revisore - 9.11 Le società di revisione - 9.12 Equivoci interpretativi sull’art. 2477 e intervento correttivo del febbraio 2004 - 9.13 Segue: possibile soluzione dei dubbi interpretativi - 9.14 Il collegio sindacale facoltativo - 9.15 Questioni pratiche: a) le funzioni concrete del collegio sindacale nella S.r.l. - 9.16 Segue: b) i componenti del collegio sindacale - 9.17 Sintesi conclusiva sul collegio sindacale della S.r.l.
Capitolo X: Libri sociali, scritture contabili, bilancio - 10.1 Libri sociali e libri contabili obbligatori - 10.2 Disciplina dei libri e delle scritture contabili - 10.3 Scritture previste dalle leggi tributarie - 10.4 Scritture c.d. innominate e scritture obbligatorie - 10.5 Disciplina dei libri sociali - 10.6 Le novità sul bilancio della S.r.l. - 10.7 L’evoluzione normativa del bilancio d’esercizio - 10.8 Segue: l’evoluzione normativa dopo il 2001 - 10.9 La funzione del bilancio - 10.10 I principi di verità, chiarezza e correttezza: evoluzione del pensiero della Cassazione - 10.11 Sintesi sui principi di verità, chiarezza e correttezza - 10.12 Bilancio in forma abbreviata (o bilancio semplificato) - 10.13 Contenuto dell’art. 2435bis - 10.14 Descrizione sommaria dello stato patrimoniale (art. 2424) - 10.15 Descrizione sommaria del conto economico (art. 2425) - 10.16 Nota integrativa e relazione sulla gestione - 10.17 Gli effetti pratici delle semplificazioni - 10.18 Segue: semplificazione della nota integrativa - 10.19 Segue: esonero dalla relazione sulla gestione - 10.20 Verso una maggiore utilizzazione del bilancio semplificato - 10.21 Le dieci regole per la redazione di un bilancio secundum legem - 10.22 Il ruolo dei “principi contabili” - 10.23 Disposizioni finali dell’art. 2478bis
Capitolo XI: Decisioni dei soci e deliberazioni dell’assemblea - 11.1 Il momento decisionale nella nuova S.r.l. - 11.2 Segue: le reazioni dei commentatori alle novità - 11.3 Prima tecnica decisionale: metodo assembleare classico - 11.4 Seconda tecnica decisionale: metodo extra-assembleare della consultazione personale e del consenso scritto - 11.5 Regole di chiusura dell’art. 2479 - 11.6 Il confine fra organo assembleare e organo amministrativo nel vecchio modello di S.r.l. - 11.7 Il confine fra i due organi nel nuovo modello S.r.l. - 11.8 Segue: tre esempi pratici - 11.9 La “decisione societaria” quale categoria unitaria - 11.10 L’invalidità delle decisioni societarie fra impostazione tradizionale e innovazioni - 11.11 Le novità per la S.r.l. in tema di invalidità delle decisioni - 11.12 La questione delle delibere inesistenti - 11.13 Invalidità delle delibere della S.r.l.: a) disposizioni desumibili dall’art. 2377 in tema di S.p.a. - 11.14 Segue: b) disposizioni desumibili dall’art. 2378 (il procedimento di impugnazione, la sospensione della delibera) - 11.15 Segue: c) disposizioni desumibili dall’art. 2379bis (sanatoria) - 11.16 Segue: d) disposizioni desumibili dall’art. 2379ter (delibere riguardanti il capitale sociale) - 11.17 Impugnativa di bilancio della S.r.l. (richiamo dell’art. 2434bis)
Capitolo XII - Modificazioni dell’atto costitutivo e operazioni sul capitale sociale - 12.1 Le delibere di modificazione dell’atto costitutivo - 12.2 Quattro regole per l’adozione delle delibere modificative - 12.3 Le norme riguardanti le operazioni sul capitale sociale - 12.4 Aumento del capitale sociale - 12.5 La procedura di aumento del capitale - 12.6 Aumento del capitale “a pagamento” (mediante nuovi conferimenti) - 12.7 Aumento del capitale “gratuito” (mediante passaggio di riserve a capitale) - 12.8 Riduzione del capitale sociale - 12.9 La procedura della riduzione facoltativa - 12.10 Riduzione del capitale per perdite - 12.11 Riduzione del capitale al disotto del minimo legale - 12.12 Disposizioni comuni per le operazioni di riduzione di capitale
Capitolo XIII - Disciplina transitoria - 13.1 La disciplina transitoria per le società esistenti - 13.2 La nuova disciplina dell’art. 223bis disp. att. c.c. - 13.3 Commento delle nuove regole transitorie - 13.4 Le “nuove S.r.l.” e S.r.l. assimilate - 13.5 Le “vecchie S.r.l.” - 13.6 La trasformazione “facilitata” della S.r.l. in S.p.a. - 13.7 Le conseguenze dell’inerzia dopo il 30 settembre 2004 - 13.8 Una proposta di soluzione - 13.9 Il parere del Consiglio Nazionale del Notariato
Mario Barbuto
Magistrato, presidente del Tribunale di Torino dal gennaio 2001. Dopo una prima esperienza nel settore penale, è stato per circa venti anni giudice (e poi presidente) della 1a sezione civile, competente per il diritto societario e industriale.
Docente a contratto dal 1983 al 2000 di "Diritto dell'impresa" presso la Scuola di Amministrazione Aziendale dell'Università di Torino. Autore di opere di diritto penale e civile. Presidente di sezione della Commissione tributaria regionale del Piemonte. Collabora a riviste giuridiche.