SE/I4 Bilancio civilistico e imponibile fiscale
Principi contabili nazionali e internazionali
Bilancio civilistico e imponibile fiscale

M. Allegrini - P. Martini

2007

pp. 576

Prezzo €: 40,00

formato 17 x 24

 

(9788851304157)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Dopo anni di immobilismo, la disciplina civilistica del bilancio ha conosciuto un periodo caratterizzato da un sovrapporsi di novità al limite della congestione: un ingorgo normativo, culminato con l'emanazione del decreto in materia di Principi Contabili Internazionali (D.Lgs. n. 38/2005), gravoso non solo per le società che hanno iniziato a adottare gli IAS/IFRS, ma anche per quelle ancora soggette alla disciplina tradizionale contenuta nelle Direttive Contabili Comunitarie.
In quest'ottica, il volume, oltre a un approfondimento delle varie tematiche, riporta anche una descrizione sintetica degli aspetti più rilevanti della bozza OIC (Organismo Italiano Contabilità), contenente il progetto di recepimento delle Direttive UE il cui ambito di applicazione interesserà le imprese non soggette agli IAS/IFRS.
Il testo, che, sulla falsariga delle precedenti edizioni, è aggiornato a tutte le (copiose) novità fiscali, beneficiando di tabelle e prospetti riassuntivi nonché di una selezione mirata di casi operativi, assicura al lettore un utilizzo agevole e pratico.

1. Principi generali di bilancio
1.1 Inquadramento
1.2 La clausola generale
1.3 I principi di redazione del bilancio
1.4 Il costo come criterio guida nelle valutazioni
1.5 I criteri di rappresentazione
1.6 Gli schemi di bilancio
1.7 La nota integrativa
1.8 La relazione sulla gestione
1.9 Il rendiconto finanziario
1.10 Il bilancio in forma abbreviata
1.11 La procedura di formazione del bilancio
1.12 Schemi di bilancio e informazioni integrative nei principi contabili internazionali
1.13 La riforma del bilancio civilistico per il recepimento delle Direttive UE
1.13.1 Introduzione
1.13.2 Disciplina generale del bilancio
1.13.3 Schemi di bilancio
1.13.4 Criteri di valutazione
2. L’applicazione dei principi contabili internazionali
2.1 Processi di armonizzazione contabile internazionale
2.2 Caratteristiche generali dello IASB
2.3 La strategia di armonizzazione della Commissione europea
2.4 L’applicazione dei principi contabili internazionali nell’Unione Europea
2.5 I principi contabili internazionali in Italia
2.6 Considerazioni sulle evoluzioni del quadro contabile internazionale
3. Il reddito imponibile fiscale
3.1 Principi di determinazione del reddito d’impresa
3.1.1 Il principio della dipendenza del reddito imponibile dal risultato di bilancio
3.1.2 Il principio di “imputazione” e l’inquinamento fiscale del bilancio civilistico
3.1.3 Principi di competenza e di certezza
3.1.4 Il principio dell’inerenza
3.2 IRES
3.2.1 Excursus normativo
3.2.2 Denominazione
3.2.3 Base imponibile
3.2.4 Aliquota d’imposta
3.2.5 Riporto delle perdite
3.2.6 Opzione per la tassazione per “trasparenza”
3.2.7 Consolidato Nazionale
3.2.8 Determinazione del reddito imponibile delle società che adottano i Principi Contabili Internazionali.
3.3 IRAP
3.3.1 Caratteristiche generali
3.3.2 Determinazione dell’imposta
3.3.3 Analisi delle voci di bilancio rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta
3.3.4 Ripartizione della base imponibile
3.4 Principi Contabili IAS/IFRS e normativa IRAP: il “triplo binario”
4. Le immobilizzazioni immateriali
4.1 I criteri di valutazione
4.1.1 Descrizione
4.1.2 Requisiti per l’iscrizione in bilancio
4.1.3 Valore di iscrizione
4.1.4 Ammortamento. Regole generali
4.1.5 Ammortamento. Fattispecie individuate dal legislatore
4.1.6 Rettifiche di valore
4.2 I criteri di esposizione
4.3 Le informazioni da fornire
4.3.1 Nota Integrativa
4.3.2 Relazione sulla gestione
4.4 I principi contabili internazionali
4.5 Le disposizioni tributarie
4.5.1 La nozione di costo valida ai fini fiscali
4.5.2 Ammortamenti
4.5.3 Rettifiche di valore
4.5.4 Contributi in conto capitale
5. Le immobilizzazioni materiali
5.1 I criteri di valutazione
5.1.1 Descrizione
5.1.2 Valore di iscrizione
5.1.3 Ammortamento
5.1.4 Ammortamento finanziario
5.1.5 Rettifiche di valore
5.1.6 Contributi in conto capitale
5.1.7 Valutazione a valore costante
5.2 I criteri di esposizione
5.3 Le informazioni da fornire
5.3.1 Nota integrativa
5.3.2 Relazione sulla gestione
5.4 I principi contabili internazionali
5.5 Le disposizioni tributarie
5.5.1 La nozione di costo valida ai fini fiscali
5.5.2 Ammortamenti
5.5.3 Rettifiche di valore
5.5.4 Contributi in conto capitale
6. Le immobilizzazioni finanziarie
6.1 I criteri di valutazione
6.1.1 Metodo del costo
6.1.2 Metodo del patrimonio netto
6.1.3 Il presumibile valore di realizzo
6.2 I criteri di esposizione
6.3 Le informazioni da fornire
6.4 I principi contabili internazionali
6.5 Le disposizioni tributarie
6.5.1 La nozione di costo valida ai fini fiscali
6.5.2 Cessione delle partecipazioni e regime della Participation Exemption
6.5.3 La valutazione delle partecipazioni immobilizzate
7. Le rimanenze
7.1 I criteri di valutazione
7.1.1 La determinazione del costo
7.1.2 La determinazione del costo nel caso di “beni fungibili”
7.1.3 Il metodo “FIFO”
7.1.4 Il metodo del costo medio ponderato
7.1.5 Il metodo “LIFO”
7.1.6 Il confronto con il valore di realizzo desumibile dal valore di mercato
7.1.7 I lavori in corso su ordinazione
7.1.7.1 La valutazione dei lavori in corso su ordinazione in base ai corrispettivi contrattuali maturati
7.2 I criteri di esposizione
7.3 Le informazioni da fornire in nota integrativa
7.4 I principi contabili internazionali
7.5 Le disposizioni tributarie
7.5.1 Il costo fiscale
7.5.2 Materie prime, prodotti finiti e merci
7.5.3 Prodotti in corso di lavorazione
7.5.4 Lavori in corso su ordinazione
7.5.5 Principi Contabili IAS/IFRS: neutralità fiscale del cambiamento dei criteri di valutazione delle rimanenze
7.5.6 Principi Contabili IAS/IFRS: neutralità fiscale del cambiamento dei criteri di valutazione delle opere ultrannuali
8. I crediti
8.1 I criteri di valutazione
8.1.1 La valutazione dei crediti in moneta estera
8.1.2 La valutazione dei crediti o debiti in valuta estera nel caso vengano adottate delle coperture dei rischi di cambio
8.2 I criteri di esposizione
8.3 Le informazioni da fornire
8.4 I principi contabili internazionali
8.5 Le disposizioni tributarie
8.5.1 Svalutazione dei crediti
8.5.2 Perdite su crediti
8.5.3 Trattamento fiscale degli utili e delle perdite su cambi
9. Le attività finanziarie che non costituiscono immobilizzazioni
9.1 I criteri di valutazione
9.2 I criteri di esposizione
9.3 Le informazioni da fornire
9.4 I principi contabili internazionali
9.5 Le disposizioni tributarie
9.5.1 Le partecipazioni costituenti attivo circolante
10. Le disponibilità liquide
10.1 I criteri di valutazione
10.2 I criteri di esposizione
10.3 Le informazioni da fornire
11. Ratei e risconti attivi e passivi
11.1 I criteri di valutazione
11.2 I criteri di esposizione
11.3 Le informazioni da fornire
12. Il patrimonio netto
12.1 I criteri di valutazione
12.1.1 Descrizione
12.1.2 Valore di iscrizione
12.2 I criteri di esposizione
12.2.1 Patrimonio netto e passività
12.2.2 Classificazione delle riserve
12.2.3 Criteri generali di esposizione
12.2.4 Contenuto delle singole voci
12.3 Le informazioni da fornire
12.3.1 Nota Integrativa
12.3.2 Relazione sulla gestione
12.4 Le disposizioni tributarie
12.4.1 Versamenti dei soci
12.4.2 Riserve
12.4.3 La presunzione di distribuzione di riserve ed utili dall’1-1-2004
13. I fondi per rischi ed oneri ed il trattamento di fine rapporto
13.1 I criteri di valutazione
13.1.1 Descrizione
13.1.2 Valore di iscrizione
13.2 I criteri di esposizione
13.3 Le informazioni da fornire
13.4 I principi contabili internazionali
13.5 Le disposizioni tributarie
14. I debiti
14.1 I criteri di valutazione
14.1.1 La stima dei debiti in valuta estera
14.2 I criteri di esposizione
14.3 Le informazioni da fornire
15. Il valore della produzione
15.1 I criteri di esposizione e di valutazione
15.2 Le informazioni da fornire
15.3 Le disposizioni tributarie
15.3.1 Ricavi secondo la normativa fiscale
15.3.2 Disciplina del “Transfer pricing”
15.3.3 Proventi degli immobili non strumentali
15.3.4 Proventi non computabili nella determinazione del reddito
16. I costi della produzione
16.1 I criteri di esposizione
16.2 Le informazioni da fornire
16.3 Le disposizioni tributarie
16.3.1 Spese per servizi
16.3.2 Spese per godimento di beni di terzi
16.3.3 Spese per il personale
16.3.4 Ammortamenti e svalutazioni
16.3.5 Oneri diversi di gestione
16.3.6 Il trattamento contabile dell’IVA indetraibile
17. Proventi ed oneri finanziari
17.1 Proventi da partecipazione
17.2 Altri proventi finanziari
17.3 Interessi e altri oneri finanziari
17.4 Le informazioni da fornire
17.5 Le disposizioni tributarie
17.5.1 Proventi finanziari
17.5.2 Thin capitalization
17.5.3 Pro rata patrimoniale
17.5.4 Nuovo pro rata generale
17.5.5 Ordine di applicazione delle tre discipline
17.5.6 Gli interessi moratori
18. Rettifiche di valore di attività finanziarie
18.1 Svalutazioni e rivalutazioni delle attività finanziarie
18.2 Le disposizioni tributarie
18.2.1 Il reintegro delle perdite sottozero
19. Proventi e oneri straordinari
19.1 I criteri di esposizione
19.1.1 Descrizione
19.1.2 Contenuto delle singole voci
19.2 Le informazioni da fornire
19.3 I principi contabili internazionali
19.4 Le disposizioni tributarie
19.4.1 Plusvalenze e minusvalenze
19.4.2 Sopravvenienze attive e passive
20. Imposte sul reddito d’esercizio
20.1 Le imposte correnti
20.1.1 Descrizione
20.2 Le imposte differite
20.2.1 Descrizione
20.2.2 Modalità di calcolo delle imposte differite
20.3 Le imposte anticipate
20.3.1 Descrizione
20.3.2 Modalità di calcolo delle imposte anticipate
20.4 Le informazioni da fornire
20.5 I principi contabili internazionali
21. I conti d’ordine
21.1 Descrizione
21.1.1 I rischi assunti dall’impresa
21.1.2 Gli impegni assunti dall’impresa
21.1.3 I beni di terzi presso l’impresa
21.2 I criteri di esposizione
21.3 Le informazioni da fornire
Allegato A
Estratto degli articoli del TUIR - d.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917.
— Approvazione del testo unico delle imposte sui redditi
Allegato B
Estratto del D.Lgs. 15 dicembre 1997, n. 446.
— Istituzione dell’imposta regionale sulle attività produttive, revisione degli scaglioni, delle aliquote e delle detrazioni dell’Irpef e istituzione di una addizionale regionale a tale imposta, nonché riordino della disciplina dei tributi locali
Allegato C
Norme civilistiche in materia di bilancio in vigore dal 1° gennaio 2004
Allegato D
Tabella riepilogativa dei Principi Contabili OIC
Bibliografia

Marco Allegrini
Professore ordinario di Bilancio Corso Progredito e Presidente del corso di Laurea in Economia Aziendale presso la facoltà di Economia dell'Università di Pisa. Visiting Professor alla City University di Londra.
Paolo Martini
Dottore Commercialista e Revisore Contabile in Carrara. Professore a contratto di Bilancio Corso Progredito presso la facoltà di Economia dell'Università di Pisa. Laureato in "Diritto Applicato" e "Giurisprudenza" presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Pisa.