SE/I30 La MIFID - Com'è cambiato il TUF
• Best execution • Conflitto d'interessi • Trasparenza
La MIFID - Com'è cambiato il TUF

R. Razzante

2008

pp. 192

Prezzo €:18,00

Prezzo scontato €13,50

Prezzo pdf: € 9,00

formato 17 x 24

 

(9788851305178)

 
 
 
 
 
 
 

 

Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.
 
 
La Mifid costituisce il punto di arrivo, almeno fino ad oggi, di una serie di orientamenti maturati a livello europeo sulle necessarie e opportune modifiche da apportare alla normativa e al funzionamento dei mercati finanziari.
Rilevanti sono stati gli impatti sul Testo Unico della Finanza e sulla regolamentazione delegata.
Le norme sui contratti e sui servizi d'investimento, le regole di comportamento degli intermediari, la disciplina del collocamento di strumenti finanziari, l'architettura dei mercati borsistici, i poteri delle autorità di vigilanza sono tra gli argomenti maggiormente ritoccati dalle nuove regole comunitarie.
Il testo, dal taglio operativo, consente anche ai non addetti ai lavori di percepire quali siano gli snodi fondamentali della nuova disciplina senza trascurare i riferimenti normativi essenziali.
1. Introduzione alla MIFID. Come cambia il TUF
1.1 Premessa
1.2 Il quadro normativo di riferimento
1.3 Il recepimento in Italia
1.4 Le nuove funzioni degli Organi di vigilanza
1.5 Principi fondamentali in materia di Intermediari
1.5.1 Intermediari
1.5.2 Consulenza
1.5.2.1 Il Consulente indipendente
1.5.3 Tutela dell’investitore
1.6 Il principio della Best Execution
1.7 I mercati
1.7.1 L’abolizione dell’ obbligo di concentrazione delle contrattazioni
1.7.2 Nuove sedi di contrattazione: il ruolo delle società di gestione
1.7.3 I Sistemi Multilaterali di Negoziazione
1.7.3.1 Internalizzazione
1.7.4 La Gestione Accentrata
1.7.5 I Sistemi di garanzia e vigilanza
1.8 La Clientela
1.8.1 Una nuova classificazione
1.8.2 Clienti “al dettaglio”
1.8.3 Clienti “professionali”
1.8.4 Controparte qualificata
1.9 Il conflitto d’interessi
1.9.1 Gli Inducements
1.10 La trasparenza contrattuale
1.11 Conclusioni
Bibliografia
2. I servizi d’investimento e gli strumenti finanziari
2.1 Servizi d’investimento: la nuova articolazione
2.2 Le regole della domanda e dell’offerta
2.3 I requisiti degli intermediari
2.4 Strumenti finanziari, prodotti finanziari e valori mobiliari
Bibliografia
3. Il ruolo dell’Intermediario nei confronti delle diverse controparti
3.1 Cenni sulle fonti giuridiche delle operazioni bancarie
3.2 Recepimento generale della direttiva MIFID
3.2.1 L’allineamento della direttiva a livello comunitario
3.2.2 Gli obiettivi della normativa sul rapporto intermediario-cliente: le nuove applicazioni
3.3 Le nuove regole sull’adeguatezza: la disciplina dell’intermediario
3.3.1 La disciplina dell’intermediario nei confronti del cliente “professionale” nei rapporti di consulenza d’investimento e gestione
3.3.2 Nuove regole dell’appropriatezza: la disciplina dell’intermediario nei servizi d’investimento diversi dalla consulenza e gestione
3.3.3 L’intermediario nei soli servizi di negoziazione (execution only) e i rischi a carico dell’investitore
3.4 Albo Sim e società fiduciarie: modifiche e integrazioni a seguito della direttiva MIFID
Bibliografia
4. I nuovi mercati ufficiali
4.1 I nuovi mercati ufficiali
4.2 Il ruolo delle Società di gestione
4.3 Trading venues
4.4 Trasparenza pre e post-negoziazione su strumenti finanziari diversi dalle azioni ammesse a negoziazione nei mercati regolamentati
4.5 Il parallelismo tra vecchi e nuovi mercati
4.6 I sistemi multilaterali di negoziazione
4.7 L’apertura all’Europa
Bibliografia
5. Le regole informative e contrattuali
5.1 Le nuove regole a tutela degli investitori
5.2 Il principio della best execution
5.3 Informativa pre-contrattuale
5.3.1 Informazioni dagli intermediari ai clienti
5.3.1.1 Informazioni, comunicazioni pubblicitarie e promozionali
5.3.2 Informazioni sull’impresa di investimento e i suoi servizi
5.3.3 Informazioni concernenti la salvaguardia degli strumenti finanziari e delle somme di denaro della clientela
5.3.4 Informazioni sugli strumenti finanziari
5.3.5 Informazioni sui costi e gli oneri
5.3.6 Informazioni su OICR armonizzati
5.3.7 Modalità e termini delle informazioni
5.3.8 Informazioni dai clienti agli intermediari
5.3.8.1 Informazioni dai clienti nei servizi di consulenza in materia di investimenti e di gestione di portafogli
5.3.8.2 Informazioni dai clienti nei servizi diversi da quelli di consulenza in materia di investimenti e di gestione di portafogli
5.3.9 I contratti
5.3.9.1 Tempi di adeguamento dei contratti
5.3.9.2 Oggetto e forma dei contratti
5.3.9.3 Contenuti minimi dei contratti
5.4 Conflitto di interessi e inducements
Bibliografia
Ranieri Razzante, Dottore Commercialista, Revisore dei conti, Dottore in giurisprudenza, è Docente di Economia degli Intermediari finanziari nell’Università di Firenze e di Legislazione Antiriciclaggio nell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. Ha lavorato presso l’Area Normativa dell’Associazione Bancaria Italiana ed oggi è consulente dei principali intermediari finanziari italiani. È Presidente di “Ius Consulting Srl”, società attiva nel settore della formazione delle risorse e della convegnistica per gli intermediari finanziari (www.iusconsulting.it), e dell’Aira, l’Associazione Italiana dei Responsabili Antiriciclaggio (www.airant.it). Autore di numerose pubblicazioni in materia di diritto dei mercati finanziari, collabora con giornali e riviste di settore.