Antonio Ciccia - Stefano Di Bartolo
SE/E75 Nuovo Regolamento del Codice dei Contratti Pubblici
• Commento per articoli al D.P.R. 5 ottobre 2010,n. 207 di esecuzione ed attuazione del D.Lgs.n. 163/2006 • Giurisprudenza amministrativa e costituzionale • Determinazioni dell’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici
Nuovo Regolamento del Codice dei Contratti Pubblici

2011

pp. 864

Prezzo €:68,00

Prezzo scontato €51,00

Prezzo pdf: € 29,90

formato 17 x 24

 

(9788851306823)

 
 
 
 
 
 
 

 

Gli ebook sono consultabili su computer, tablet e smartphone Apple e Android, e-reader ed altri dispositivi compatibili con il drm Adobe, ma non sono stampabili (salvo quando diversamente indicato). Per le informazioni sugli ebook, consulta la guida.
 
 
Con l’emanazione del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207, recante il Regolamento esecutivo e attuativo del Codice dei contratti pubblici, viene completato il disegno di riforma della materia, iniziato con le direttive europee nn. 17 e 18 dell’anno 2004 e proseguito con il loro recepimento nel D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i.
Il volume ne offre un commento organico, strutturato per articoli, corredato di indicazioni pratiche, orientamenti dottrinari e della giurisprudenza amministrativa, nonché dei più rilevanti e significativi interventi, pareri e deliberazioni dell’Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici.
Per come è strutturata, l’opera si rivolge perciò a stazioni appaltanti ed operatori economici e del settore in genere, fornendo un quadro completo della riforma e valide indicazioni operative nel lavoro quotidiano.

La versione e-book non comprende l'appendice normativa.
 

 

Introduzione
1 Il regolamento di esecuzione e attuazione del cd. Codice dei contratti pubblici
1.1 La struttura del regolamento ed entrata in vigore
1.2 Disposizioni generali
1.3 Regolamento e gerarchia delle fonti (Art. 1)
1.4 I contratti in materia di infrastrutture strategiche ed insediamenti produttivi (Art. 2)
1.5 Definizioni (Art. 3)
1.6 Segue: Novità e nozioni riprese dal vecchio regolamento
1.7 Segue: Le definizioni del d.P.R. n. 34/2000 e le nuove definizioni in materia di qualificazione
2 La tutela dei lavoratori e la regolarità contributiva
2.1 La tutela dei lavoratori coinvolti nell’appalto (Artt. 4-6)
2.2 La disciplina di acquisizione d’ufficio del DURC
2.3 La risoluzione del contratto a seguito di irregolarità perdurante del DURC
3 Il monitoraggio e controllo delle procedure e gli obblighi di comunicazione delle informazioni
3.1 I sistemi di codificazione e monitoraggio
3.2 Il Codice Informatico di procedura (CIG)
3.2.1 Le esclusioni
3.3 Il sito informatico dell’Osservatorio
3.3.1 I compiti dell’Osservatorio
3.3.2 Le comunicazioni obbligatorie. Richiamo
3.3.3 Periodi di applicazione
3.3.4 I termini per l’inserimento dei dati
3.4 Il Casellario Informatico: la previsione del Codice
3.5 Il Codice unico di progetto
3.5.1 La normativa
3.5.2 Definizione di “Investimento Pubblico”
3.5.3 I termini per la richiesta
3.5.4 La Struttura del CUP
3.5.5 Nuovi richiami normativi. Il CUP e la programmazione. Il CUP e la tracciabilità dei pagamenti
3.6 Il sito informatico (Art. 7)
3.7 Il casellario informatico (Art. 8)
3.7.1 I dati da inserire
3.7.2 Altri dati: la determinazione n. 1 del 10/1/2008 dell’Autorità
3.7.3 Il procedimento di inserimento
3.7.4 I soggetti, i termini e le sanzioni
3.7.5 Il contraddittorio
3.7.6 I fatti della fase di esecuzione
3.7.7 I fatti non oggetto di segnalazione
3.7.8 Le sanzioni
4 I contratti pubblici relativi a lavori nei settori ordinari: il responsabile del procedimento e la programmazione
4.1 I requisiti del responsabile del procedimento (Art. 9)
4.2 I compiti del responsabile del procedimento
4.2.1 Particolari funzioni in materia di contratti relativi a beni culturali
4.2.2 Regime transitorio
4.3 La programmazione e la progettazione dei lavori nel nuovo regolamento (Artt. 11-13)
4.3.1 Il disegno normativo del nuovo regolamento
4.3.2 Le funzioni del responsabile del procedimento nella fase di programmazione
5 La progettazione
5.1 Lo studio di fattibilità (Art. 14)
5.2 La progettazione (Art. 15)
5.3 I quadri economici (Art. 16)
5.4 Le funzioni del responsabile del procedimento in fase di progettazione
5.5 Il regime transitorio per le norme sulla progettazione
6 La progettazione preliminare
6.1 Il contenuto del progetto preliminare (Artt. 17-23)
6.2 Segue: La relazione illustrativa
6.3 Segue: La relazione tecnica
6.4 Segue: Lo studio di prefattibilità ambientale
6.5 Segue: Gli elaborati grafici del progetto preliminare
6.6 Segue: Il quadro economico
6.7 Segue: Il Capitolato speciale descrittivo e prestazionale del progetto preliminare
7 La progettazione definitiva
7.1 Il contenuto del progetto definitivo (Artt. 24-32)
7.2 Segue: La relazione generale
7.3 Segue: Le relazioni tecniche e specialistiche
7.4 Segue: Lo studio di impatto ambientale e di fattibilità ambientale
7.5 Segue: Gli elaborati grafici del progetto definitivo
7.6 I calcoli delle strutture e degli impianti
7.7 Segue: Il disciplinare descrittivo e prestazionale degli elementi tecnici del progetto definitivo
7.8 Segue: Il piano particellare di esproprio
7.9 Segue: L’elenco dei prezzi unitari, il computo metrico estimativo ed il quadro economico del progetto definitivo
8 La progettazione esecutiva
8.1 I documenti componenti il progetto esecutivo (Artt. 33-43)
8.2 Segue: La relazione generale del progetto esecutivo
8.3 Segue: Le relazioni specialistiche
8.4 Segue: Gli elaborati grafici del progetto esecutivo
8.5 Segue: I calcoli esecutivi delle strutture e degli impianti
8.6 Segue: Il piano di manutenzione dell’opera e delle sue parti (Art. 38)
8.7 Segue: Il piano di sicurezza e di coordinamento e il quadro di incidenza della manodopera (Art. 39)
8.7.1 La disciplina del regolamento
8.7.2 Il ruolo del responsabile del procedimento
8.7.3 Il quadro di incidenza della mano d’opera
8.8 Il cronoprogramma (Art. 40)
8.9 La redazione del computo metrico estimativo e del quadro economico (Artt. 41-42)
8.10 Lo schema di contratto e il capitolato speciale d’appalto (Art. 43)
9 La verifica del progetto
9.1 Ambito di applicazione e finalità (Artt. 44-45)
9.2 Le procedure di accreditamento (Art. 46)
9.3 I soggetti che operano la verifica (Artt. 47-48)
9.4 L’affidamento dei servizi di verifica (Artt. 49-51)
9.5 I criteri della verifica (Artt. 52-53)
9.6 Caratteristiche dell’attività di verifica. La validazione (Artt. 54-55)
9.7 Il valore obbligatorio delle indicazioni di cui agli artt. 52 e 53 reg. Garanzie e responsabilità (Artt. 56-57)
9.8 La conferenza di servizi: acquisizione dei pareri e validazione (Artt. 58-59)
10 Il sistema di qualificazione e i requisiti per gli esecutori di lavori
10.1 Il quadro normativo: ambito di applicazione delle disposizioni in materia di qualificazione degli esecutori di lavori (Art. 60)
10.1.1 La disciplina del regolamento
10.2 Il sistema di qualificazione (Artt. 61-63)
11 L’autorizzazione degli organismi di attestazione
11.1 Caratteri, requisiti e cause di impedimento delle SOA (Artt. 64-67)
11.2 Segue: I requisiti di ordine tecnico ed organizzativo
11.3 Segue: I requisiti di indipendenza economico-finanziaria
11.4 Segue: I controlli e le autorizzazioni
11.4.1 I controlli dell’Autorità
11.5 Il procedimento di autorizzazione delle SOA (Artt. 68-69)
11.6 L’attività di qualificazione e organizzazione delle SOA (Art. 70)
11.6.1 Gli strumenti dell’attività
11.6.2 Le tariffe
11.6.3 Le comunicazioni inerenti l’attività
11.7 Le forme e gli strumenti della vigilanza dell’Autorità (Art. 71)
11.8 Gli strumenti telematici (Art. 72)
11.9 Il regime sanzionatorio a carico delle SOA (Art. 73)
11.9.1 Il procedimento a carico delle SOA
11.10 La funzione di controllo delle SOA: il monitoraggio e controllo sulla permanenza dei requisiti
11.11 Il regime sanzionatorio a carico delle imprese per violazione dell’obbligo d’informazione (Art. 74)
11.12 I controlli incrociati delle SOA (Art. 75)
12 La qualificazione
12.1 I requisiti e le procedure per la qualificazione (Artt. 76-86)
12.2 Segue: La verifica triennale
12.3 Segue: I requisiti per la qualificazione
12.3.1 Requisiti di ordine generale
12.3.2 Requisiti di ordine speciale
12.4 Segue: L’incremento convenzionale premiante
12.5 Segue: I consorzi stabili
12.6 Segue: La rivalutazione degli importi dei lavori
12.7 Il periodo di riferimento dei lavori documentabili
12.8 Segue: Particolari tipologie di lavori eseguiti
12.9 La direzione tecnica (Art. 87)
12.10 Avvalimento stabile e qualificazione in gara (Art. 88)
12.11 I contenuti delle attestazioni rilasciate dalle SOA (Art. 89)
12.12 I requisiti per lavori pubblici di importo pari o inferiore a 150.000 (Art. 90)
12.13 La decadenza dell’attestazione di qualificazione (Art. 91)
12.14 Il regime transitorio
13 I soggetti abilitati ad assumere lavori nei settori ordinari
13.1 I requisiti per l’affidamento di contratti pubblici di lavori nei settori ordinari (Artt. 92-96)
13.2 Segue: I consorzi stabili
13.3 Segue: I requisiti del concessionario e del proponente
14 Le modalità tecniche e procedurali per la qualificazione dei contraenti generali
14.1 La qualificazione dei contraenti generali: disciplina giuridica (Art. 97)
14.2 Il procedimento per il rilascio dell’attestazione (Artt. 98-99)
14.3 La documentazione (Artt. 100-103)
14.4 L’avvalimento (Art. 104)
15 I sistemi di realizzazione dei lavori e la selezione delle offerte: appalti e concessioni
15.1 Introduzione (Artt. 105-106)
15.2 Opere generali e opere specializzate (Art. 107)
15.3 Le condizioni per la partecipazione alle gare (Artt. 108-109)
15.4 L’appalto di lavori: pubblicazione degli avvisi e dei bandi (Art. 110)
15.5 La selezione delle offerte (Artt. 111-112)
15.6 Il quadro normativo del “dialogo” competitivo in materia di lavori (Artt. 113-114)
15.6.1 I presupposti e i criteri procedurali del “dialogo”
15.6.2 La fase di gara
15.6.3 Il dialogo competitivo in materia di lavori nel regolamento
15.7 Norme in materia di concessione di lavori (Artt. 115 e 116)
16 I criteri di selezione delle offerte
16.1 Le procedure di gara: disposizioni generali (Art. 117)
16.2 Il metodo del massimo ribasso (Art. 118)
16.3 Il metodo dell’offerta a prezzi unitari (Art. 119)
16.4 Il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa (Art. 120)
16.5 Le offerte anomale nella disciplina codicistica
16.6 Le offerte anomale nella disciplina regolamentare (Art. 121)
16.7 Accordi quadro e aste elettroniche (Art. 122)
17 Le garanzie ed il sistema di garanzia globale di esecuzione
17.1 Le garanzie per l’affidamento di lavori (Artt. 123-128)
17.2 Il sistema di garanzia globale
18 Il contratto
18.1 I documenti facenti parte del contratto (Art. 137)
18.2 Il contenuto dei capitolati e dei contratti (Art.138)
18.3 Le spese a carico dell’affidatario (Art. 139)
18.4 I pagamenti: tracciabilità e contenuti contrattuali obbligatori
18.4.1 Le modifiche in sede di conversione
18.4.2 Modalità e termini nei pagamenti
18.5 Le anticipazioni (Art. 140)
18.6 I pagamenti in acconto (Art. 141)
18.7 I pagamenti ritardati (Art. 142)
18.8 I termini di pagamento (Art. 143)
18.9 La decorrenza degli interessi (Art. 144)
18.10 Segue: Le concessioni di lavori
18.11 Segue: Il saggio di interesse
18.12 Penali e premio di accelerazione (Art. 145)
18.13 L’inadempimento dell’esecutore (Art. 146)
19 La direzione dei lavori
19.1 L’ufficio di direzione lavori (Artt. 147-148)
19.2 Compiti e funzioni del direttore dei lavori. Il responsabile dei lavori
19.3 Le figure ausiliarie: direttore operativo ed ispettore di cantiere (Artt. 149-150)
19.4 Il coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione (Art. 151)
20 L’esecuzione dei lavori
20.1 Premessa
20.2 Disposizioni e ordini di servizio (Art. 152)
20.3 La consegna dei lavori (Artt. 153-157)
20.4 La sospensione dei lavori (Artt. 158-160)
20.5 Segue: La cessazione della sospensione
20.6 Segue: L’illegittimità della sospensione dei lavori
20.7 Segue: Proroghe, ritardi ed ultimazione dei lavori
20.8 Le varianti in corso d’opera (Artt. 161-163)
20.8.1 Il sistema delle competenze
20.9 Segue: L’obbligo di eseguire le varianti. I compensi per le varianti
20.9.1 Diminuzioni dei lavori
20.10 Contestazioni e danni (Artt. 164-167)
20.10.1 Materiali e componenti
20.11 L’esecuzione degli appalti che comprendono prestazioni di progettazione (Artt. 168-169)
20.12 Subappalto e cottimo (Art. 170)
20.12.1 La disciplina regolamentare
20.13 Prezzo chiuso e compensazioni (Artt. 171-172)
20.13.1 La Circolare n. 871/2005 del M.I.T.
20.13.2 La disciplina del nuovo regolamento di esecuzione
20.13.3 Il prezzo chiuso nel regolamento
21 Gli affidamenti in economia per appalti di lavori
21.1 La normativa del codice
21.2 La disciplina del regolamento (Artt. 173-177)
22 La gestione tecnico-contabile dei lavori
22.1 La contabilità dei lavori
22.2 I fondi a disposizione per la realizzazione dell’intervento (Artt. 178-179)
22.3 Accertamento e registrazione dei lavori (Art. 180)
22.4 Gli strumenti della contabilità (Artt. 181- 202)
22.5 Segue: Il giornale dei lavori
22.6 Segue: I libretti di misura delle lavorazioni e delle provviste
22.6.1 Le rilevazioni in contraddittorio ed il regime delle riserve
22.7 Segue: Le liste settimanali delle somministrazioni
22.8 Segue: Il registro di contabilità
22.8.1 La contabilizzazione degli importi dovuti e dei pagamenti
22.9 Segue: Lo stato di avanzamento lavori e il certificato di pagamento delle rate
22.10 Segue: La chiusura dei lavori ed il conto finale dei lavori
22.11 La contabilità dei lavori in economia (Artt. 203-210)
22.12 Norme generali per la tenuta della contabilità (Artt. 211-214)
23 Il collaudo dei lavori
23.1 L’attività di collaudo: generalità
23.2 Il quadro normativo del Codice
23.3 L’oggetto del collaudo e la figura del collaudatore: la disciplina del regolamento (Artt. 215-220)
23.4 Segue: La nomina dei collaudatori. Soggetti, procedure di scelta e requisiti
23.5 Segue: Il procedimento di collaudo
23.6 Segue: L’avviso ai creditori
23.7 Le operazioni di collaudo (Artt. 221-238)
23.8 Segue: Gli esiti del procedimento di collaudo
23.9 Segue: I provvedimenti conseguenti al collaudo
23.10 Segue: Il collaudo dei lavori di particolare complessità tecnica o di grande rilevanza economica
23.11 Segue: Il compenso per i collaudatori
24 I lavori riguardanti beni del patrimonio culturale
24.1 I beni del patrimonio culturale: il quadro normativo del Codice
24.2 La disciplina regolamentare (Artt. 239-240)
24.3 La progettazione nel settore dei beni appartenenti al patrimonio culturale e degli interventi archeologici: il progetto preliminare (Artt. 241-248)
24.4 Segue: Il progetto definitivo e il progetto esecutivo
24.5 Segue: scavi archeologici; lavori di impiantistica e per la sicurezza riguardanti i beni del patrimonio culturale
24.6 Segue: La verifica dei progetti
24.7 Segue: Qualificazione e direzione tecnica per i lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale
24.8 L’esecuzione e il collaudo dei lavori riguardanti i beni del patrimonio culturale (Artt. 249-251)
25 I contratti pubblici relativi a servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria nei settori ordinari
25.1 I soggetti abilitati alla progettazione
25.2 Le procedure di affidamento all’esterno
25.2.1 Affidamenti di servizi
25.2.2 I concorsi di progettazione
25.2.3 Altre procedure di individuazione del progetto. I concorsi di idee e i concorsi in due gradi (Artt. 108 e 109 d.lgs. n. 163/2006 e s.m.i.)
25.2.4 Le procedure sotto la soglia comunitaria
25.2.5 Le garanzie (art. 111 d.lgs. n. 163/2006)
25.2.6 L’affidamento dei servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria nei settori ordinari nella disciplina del regolamento
25.2.7 Il regime transitorio
25.3 L’affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria: limiti e requisiti (Artt. 252-256)
25.4 Le penali (Art. 257)
25.5 Le commissioni giudicatrici per il concorso di idee e per il concorso di progettazione (Artt. 258-260)
26 L’affidamento dei servizi
26.1 Disposizioni generali in materia di affidamento dei servizi attinenti all’architettura e all’ingegneria (Art. 261)
26.2 Il corrispettivo: il quadro normativo codicistico e la nuova disciplina regolamentare (Art. 262)
26.3 I requisiti di partecipazione (Art. 263)
26.4 La gara: il bando e la lettera d’invito (Artt. 264-266)
26.5 Segue: modalità di svolgimento
26.6 Affidamento dei servizi di importo inferiore a 100.000 euro (Art. 267)
26.7 Le garanzie (Artt. 268-270)
26.8 Affidamento di servizi o incarichi. Il problema dell’interferenza con le norme di cui all’art. 7, co. 6, d.lgs. n. 165/2001 e s.m.i
27 I contratti pubblici relativi a forniture e altri servizi nei settori ordinari
27.1 Il quadro normativo
27.2 La programmazione in materia di appalti di servizi e forniture nella disciplina del Codice
27.3 La programmazione nella disciplina regolamentare (Art. 271)
27.4 Il responsabile del procedimento nelle procedure di affidamento dei contratti pubblici di servizi e forniture (Artt. 272-274)
27.5 Segue: Le funzioni e i compiti del responsabile del procedimento nei procedimenti di acquisizione di beni e servizi
27.5.1 Il DUVRI
27.6 Segue: I supporti del responsabile del procedimento
27.7 Segue: Il responsabile del procedimento negli acquisti tramite centrali di committenza
28 I requisiti di partecipazione, i sistemi di realizzazione e la selezione delle offerte
28.1 I requisiti dei partecipanti alle procedure di affidamento (Art. 275).... Pag. 623
28.2 Le società tra concorrenti riuniti o consorziati e i consorzi stabili (Artt. 276-277)
28.3 Finanza di progetto nei servizi e forniture nel quadro normativo del codice
28.3.1 La procedura di selezione delle offerte
28.3.2 La procedura di affidamento
28.3.3 La procedura alternativa: l’acquisizione del progetto e la messa in gara
28.3.4 La presentazione di proposte di iniziativa privata
28.3.5 Le linee guida dell’Autorità
28.4 Finanza di progetto nei servizi nella normativa regolamentare (Art. 278)
28.5 La progettazione negli appalti di servizi e forniture (Artt. 279-280)
28.6 Segue: Le garanzie dei progettisti
28.7 Segue: La verifica del progetto
28.8 Le misure di gestione ambientale (Art. 281)
28.9 La selezione delle offerte (Artt. 282-284)
28.10 Segue: I criteri di valutazione ed il supporto tecnico-scientifico
28.11 I servizi sostitutivi di mensa (Art. 285)
28.11.1 I servizi di pulizia (art. 286)
28.12 Le procedure di scelta del contraente e le aste elettroniche (Artt. 287-296)
29 L‘esecuzione del contratto e la contabilità delle forniture e dei servizi
29.1 Inadempimento, penali e risoluzione del contratto (Artt. 297-298)
29.2 Il direttore dell’esecuzione del contratto (Artt. 299-301)
29.2.1 I compiti del direttore dell’esecuzione
29.3 L’esecuzione del contratto (Artt. 302-309)
29.3.1 Lo svincolo progressivo della cauzione in caso di contratti stipulati da centrali di committenza
29.4 Segue: La contabilità e i pagamenti
29.5 Segue: La sospensione dell’esecuzione del contratto
29.6 Segue: Il certificato di ultimazione delle prestazioni
29.7 Le modifiche in corso di esecuzione del contratto (Artt. 310-311)
30 La verifica di conformità
30.1 L’attività di verifica di conformità (Artt. 312-320)
30.1.1 I termini delle attività di verifica di conformità
30.1.2 L’incarico di verifica della conformità
30.1.3 La verifica di conformità in corso di esecuzione e la verifica di conformità definitiva
30.2 Gli esiti della verifica (Artt. 321-324)
30.3 L’attestazione di regolare esecuzione (Art. 325)
31 L’acquisizione di servizi e forniture sotto soglia e in economia
31.1 Le acquisizioni di servizi e forniture sotto soglia (Artt. 326-328)
31.1.1 Il mercato elettronico
31.2 Le acquisizioni di servizi e forniture in economia (Artt. 329-338)
31.2.1 Pubblicità e comunicazioni
31.3 Segue: Gli affidamenti in economia
31.4 Segue: Le procedure di amministrazione diretta e di cottimo fiduciario
31.5 Segue: Mercato elettronico e uso di strumenti elettronici
31.6 Segue: Procedure contabili
32 I contratti di lavori, servizi e forniture nei settori speciali
32.1 I contratti al di sopra della soglia comunitaria: richiami della normativa generale (Artt. 339-340)
32.1.1 La qualificazione ed i requisiti di capacità tecnico organizzativa ed economico-finanziaria
32.2 I contratti di importo inferiore alla soglia comunitaria (Artt. 341-342)
33 I contratti eseguiti all’estero
33.1 Le tipologie di contratti eseguiti all’estero. I contratti nell’ambito di attuazione della legge 26-2-1987, n. 49: cooperazione dell’Italia con i Paesi in via di sviluppo (Artt. 343-350)
33.1.1 La programmazione degli appalti in regime di cooperazione
33.1.2 La progettazione
33.1.3 Il responsabile del procedimento ed il direttore dei lavori o dell’esecuzione
33.1.4 Il collaudo e la verifica di conformità
33.1.5 L’adeguamento dei prezzi
33.2 I contratti relativi ad immobili all’estero ad uso dell’Amministrazione del Ministero degli Affari Esteri (Artt. 351-356)
33.2.1 Il responsabile del procedimento ed il direttore dei lavori
33.2.2 La progettazione
33.2.3 Il collaudo
33.3 Norme transitorie (Art. 357)
Appendice normativa
Antonio Ciccia, avvocato, svolge la sua attività professionale a Torino. Allievo di Ivo Caraccioli, dal 1996 è giornalista pubblicista. Collabora da anni con “Italia Oggi”, scrivendo per la sezione Diritto e Fisco. È esperto di sanzioni amministrative e su tale materia tiene corsi di formazione, in particolare per enti pubblici. È autore di numerose pubblicazioni di natura professionale.
Stefano Di Bartolo, dal 1997 è responsabile degli appalti e contratti del Corpo di Polizia Municipale della Città di Torino e dal 2002 responsabile del reparto Bilancio e Gestione Finanziaria.