S. Bongiovanni - E. Malagoli - M. Mellano - M. Platania
SE/DCS16 Anatocismo e conti correnti bancari
La tutela del correntista in materia d'interessi anatocistici, c.m.s., usi di piazza, bond e usura - • La disciplina dei conti correnti bancari • Le possibilità di recupero ed il conteggio degli interessi anatocistici • Commissione di massimo scoperto e usi di piazza • Trasparenza bancaria • La normativa “Bersani” • La normativa sull'intermediazione finanziaria e la questione dei “bond”
Anatocismo e conti correnti bancari

A. Ciccia

2008

pp. 240

Prezzo €:22,00

Prezzo scontato €18,70

formato 17 x 24

 

(9788851305055)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il volume, dopo una breve analisi del contratto di conto corrente bancario, esamina la questione degli “interessi anatocistici” ovvero la pratica, tradizionalmente utilizzata dalle banche, di addebitare gli interessi sul conto corrente ad ogni chiusura trimestrale, in modo che gli interessi dovuti vengano capitalizzati con il capitale “prestato” al correntista.
L'intenzione è quella di offrire al lettore una sintesi delle regole dettate in ambito dottrinario-giurisprudenziale ed una carrellata di specifici quesiti che si soffermano sull'iter da seguire per ottenere dagli istituti di credito la restituzione delle somme trattenute a titolo di anatocismo, in particolare dopo le sentenze della Corte di Cassazione che ne hanno dichiarato l'illegittimità.
Specifica attenzione è stata dedicata, inoltre, alla disciplina sulla trasparenza bancaria con particolare riferimento alla normativa in materia d'intermediazione finanziaria.
Lo stile essenziale — seppure tecnicamente rigoroso — consente la lettura del testo non solo agli operatori, ma anche a coloro che non sono esperti del settore, permettendo a tutti l'approfondimento delle tematiche trattate.

CAPITOLO 1 - La disciplina legislativa dei contratti di conto corrente bancari (Avv. E. Malagoli)
Caso 1.1 Conto corrente bancario: quale funzione?
Caso 1.2 È possibile sottoporre i versamenti a revocatoria fallimentare?
Caso 1.3 Come distinguere fra conto scoperto e conto passivo?
Caso 1.4 La banca può agire nei confronti del cointestatario?
Caso 1.5 È applicabile la compensazione nei rapporti fra banca e cliente?
Caso 1.6 Come viene approvato l’estratto conto?
Caso 1.7 Come viene regolata la convenzione di assegno?
Caso 1.8 È utilizzabile il conto in valuta estera?
CAPITOLO 2 - Definizione, natura ed evoluzione giurisprudenziale dell’anatocismo bancario (Avv. S. Bongiovanni)
Caso 2.1 Cosa significa il termine anatocismo e come viene disciplinato dalla legge?
Caso 2.2 Quale tipo di interessi riguarda l’art. 1283 c.c.?
Caso 2.3 Con quale modalità deve essere proposta la domanda giudiziale affinché possano validamente essere addebitati interessi anatocistici ex art. 1283 c.c.?
Caso 2.4 Quali presupposti deve contenere la convenzione prevista dall’art. 1283 c.c. ai fini dell’inapplicabilità del divieto ivi contenuto?
Caso 2.5 Quali sono gli usi richiamati dall’art. 1283 c.c.?
Caso 2.6 La prassi anatocistica può considerarsi un uso normativo?
Caso 2.7 Qual è stata la prassi relativa all’applicazione di interessi anatocistici all’interno dei rapporti fra gli istituti bancari e la clientela sino ai recenti interventi giurisprudenziali e normativi?
Caso 2.8 Qual è stato l’orientamento della giurisprudenza della Cassazione in materia di anatocismo prima delle sentenze del ’99?
CAPITOLO 3 - L’anatocismo bancario dalle prime sentenze di condanna fino ai giorni nostri (Avv. S. Bongiovanni)
Caso 3.1 Quali sono state le prime sentenze di condanna della prassi anatocistica?
Simone Bongiovanni
Avvocato civilista, esperto in materia bancaria, già redattore di testi nel settore giuridico, esercita la professione forense in ambito giudiziale e stragiudiziale negli studi di Torino e Saluzzo.
Elisabetta Malagoli
Avvocato civilista, esercita la professione forense in ambito giudiziale e stragiudiziale in Torino, collaborando altresì presso le cattedre di Diritto Civile e Diritto Privato della Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Torino.
Maddalena Mellano
Avvocato civilista, ha conseguito un Master di secondo livello presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Torino.
Maurizio Platania
Ragioniere Commercialista in Torino, svolge attività, congiuntamente alla Dott.ssa Maura Giuganino, assumendo incarichi di sindaco per numerose società di capitali; negli ultimi anni si è occupato delle problematiche relative all'anatocismo bancario in qualità di Consulente Tecnico di parte.