F. Guidi - P. Duranti - L. Omenetti
SE/CCS3 La Trasformazione di società
Analisi delle rilevazioni contabili e aspetti tributari
• Testo aggiornato al D.L. 223/2006 (c.d. Manovra Bis)
• Trasformazione omogenea e eterogenea, progressiva e regressiva
• Perizia di stima e valori contabili
• Bilancio di chiusura e di apertura
La Trasformazione di società

2006

pp. 208

Prezzo €: 20,00

formato 17 x 24

 

(9788851303945)

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Questa guida illustra, con il frequente ausilio di scritture contabili, schemi di bilancio ed esempi numerici, le corrette rilevazioni da porre in essere in occasione di una trasformazione societaria, ripercorrendo analiticamente tutte le ipotesi, prospettabili nella pratica, che vedono coinvolte sia le società di persone, sia le società di capitali, nonché gli enti non commerciali.
Fa da cornice l'esposizione sintetica della normativa tributaria riservata a tale tipo di operazione, con riguardo alle imposte dirette e alla tassazione indiretta.

PREFAZIONE
CAPITOLO 1 - Aspetti fiscali della trasformazione societaria
Caso 1.1
Quali sono le tipologie di trasformazione ammesse dalla normativa civilistica e tributaria? - Caso 1.2 Quale criterio è stato adottato dal Legislatore in ordine al trattamento fiscale della trasformazione? - Caso 1.3 In quali ipotesi la trasformazione di società impone la "separazione" dei periodi di imposta? - Caso 1.4 Quali problemi possono insorgere sotto il profilo tributario in occasione di una trasformazione avvenuta nell'ambito dello stesso tipo societario? - Caso 1.5 Per converso, quali sono gli aspetti più delicati nella trasformazione di una società in un tipo diverso? - Caso 1.6 In particolare, qual è il trattamento delle riserve nella trasformazione da società di persone in società di capitali? - Caso 1.7 ... e nella trasformazione da società di capitali in società di persone? - Caso 1.8 Come viene disciplinato lo scioglimento di una società di persone senza la ricomposizione della pluralità dei soci entro il termine di sei mesi? - Caso 1.9 Qual è la sorte delle perdite pregresse? - Caso 1.10 Quali sono gli effetti delle sanzioni tributarie comminate alla società antecedentemente alla trasformazione - Caso 1.11 Quali sono gli effetti della trasformazione sugli obblighi posti a carico dei sostituti di imposta? - Caso 1.12 Quali sono gli obblighi dichiarativi ai fini dell'IRAP? - Caso 1.13 Come vengono regolati gli acconti di imposta ai fini IRPEF, IRES e IRAP? - Caso 1.14 L'Amministrazione fiscale può disconoscere i vantaggi tributari derivanti da una trasformazione societaria? - Caso 1.5 È stata disciplinata la trasformazione di una società di fatto in una società di capitali? - Caso 1.6 Come si assoggetta a tassazione la plusvalenza in capo alla società trasformata? - Caso 1.17 È possibile procedere alla trasformazione di una società in un ente non commerciale? E l'ipotesi inversa? - Caso 1.18 Come vengono trattate le plusvalenze nella trasformazione da società di capitali in ente non commerciale ("eterogenea regressiva")? - Caso 1.19 ... e in quella "eterogenea progressiva" (da ente non commerciale a società di capitali)? - Caso 1.20 Come viene disciplinata la trasformazione dalla normativa dell'imposta sul valore aggiunto? - Caso 1.21 Come è regolata la trasformazione ai fini dell'imposta di registro? - Caso 1.22 ... e delle imposte ipotecaria e catastale?
CAPITOLO 2 - Aspetti contabili delkla trasformazione da società di capitali ad altra società di capitali
Caso 2.1
Quali sono le premesse di ordine civilistico necessarie per un corretto inquadramento dell'operazione di trasformazione sotto il profilo contabile? - Caso 2.2 Quali sono le situazioni in presenza delle quali la società decide di effettuare la treasformazione di società di capitali in altra società di capitali? - Caso 2.3 Rimanendo nell'ambito delle società di capitali, è sempre possibile procedere alla treasformazione societaria? - Caso 2.4 Cosa accade se la società trasformanda detiene categorie speciali di azioni? - Caso 2.5 Quali sono le maggioranze prescritte dalla legge per deliberare la trasformazione di società di capitali? Sulla base di quali principi vengono assegnate le azioni o quote della società trasformata? - Caso 2.6 Quali sono le corrette rilevazioni contabili per la trasformazione di una società di capitali in un'altra società di capitali? - Caso 2.7 Quali sono gli effetti della trasformazione di società di capitali in altra società di capitali?
CAPITOLO 3 - Aspetti contabili della trasformazione tra società di persone
Caso 3.1
Come si caratterizza la trasformazione nell'ambito di società di persone? - Caso 3.2 Quali sono le scritture contabili da redigere nell'ipotesi di trasformazione di una società di persone in altra società di persone? - Caso 3.3 In cosa consiste la chiusura provvisoria dei conti? - Caso 3.4 Come avviene la "sistemazione" del netto di trasformazione? - Caso 3.5 Quando avviene la "risposta contabile" da parte della società trasformata? - Caso 3.6 Quando si procede alla chiusura definitiva dei conti? - Caso 3.7 Cosa caratterizza la trasformazione di società irregolare o di fatto in una società "regolare" di persone (o di capitali)?
CAPITOLO 4 - Aspetti contabili della trasformazione di società di capitali in società di persone
Caso 4.1
Quali sono le principali caratteristiche della trasformazione di società di capitali in società di persone? - Caso 4.2 Quali sono le scritture contabili da redigere nell'ipotesi di trasformazione di una società di capitali in una società di persone?
CAPITOLO 5 - Aspetti contabili della trasformazione di società di persone in società di capitali
Caso 5.1
Come è disciplinata la trasformazione di società di persone in società di capitali? - Caso 5.2 Relativamente alla perizie di stima, come ha inciso la recente riforma societaria? - Caso 5.3 Quali requisiti deve avere il perito che esegue la stima? - Caso 5.4 Vi sono obblighi di controllare la stima redatta dal perito? Quest'ultimo è responsabile per eventuali inadempimenti? - Caso 5.5 Quali regole disciplinano l'approvazione della delibera di trasformazione da parte dei soci e l'assegnazione di azioni o quote? - Caso 5.6 Come opera il regime di responsabilità personale del socio a seguito di trasformazione tra due società che hanno una difforme disciplina al riguardo? - Caso 5.7 Quali sono le rilevazioni contabili da effettuare in occasione della trasformazione di una società di persone in una società di capitali?
CAPITOLO 6 - La rivalutazione dei beni
Caso 6.1
Quali sono gli effetti sulla trsasformazione societaria della rivalutazione dei beni dell'impresa? - Caso 6.2 Quali sono le modalità operative prescritte per procedere alla rivalutazione? - Caso 6.3 È possibile effettuare la rivalutazione anche con riguardo alle aree fabbricabili? - Caso 6.4 Èn possibile anche per le persone fisiche perocedere alla rivalutazione dei beni?
APPENDICE
Relazione di stima
R.D. 16 marzo 1942, n. 262
- Approvazione del testo del Codice Civile
D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917 - Approvazione del testo unico delle imposte sui redditi
D.P.R. 29 settembre 1973, n. 600 - Disposizioni comuni in materia di accertamento delle imposte sui redditi
L. 21 novembre 2000, n. 342 - Misure in materia fiscale
D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322 - Regolamento recante modalità per la presentazione delle dichiarazioni relative alle imposte sui redditi, all'imposta regionale sulle attività produttive e all'imposta sul valore aggiunto, ai sensi dell'art. 3, comma 136, della legge 23 dicembre 1996, n. 622
D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472 - Disposizioni generali in materia di sanzioni amministrative per le violazioni di norme tributarie, a norma dell'art. 3, comma 133, della legge 23 dicembre 1996, n. 662
D.M. 23 aprile 2004 - Disposizioni applicative del regime di tassazione per trasparenza nell'ambito delle società di capitali, di cui agli artt. 115 e 116 del testo unico delle imposte sui redditi
D.M. 19 giugno 1998, n. 259 - Regolamento recante norme da osservare per la compilazione e l'inoltro al direttore regionale delle entrate, competente per disposizioni normative di natura antielusiva, da adottare ai sensi dell'art. 7, comma 1, del decreto legislativo 8 ottobre 1997, n. 358
Circolare n. 9/E del 30 gennaio 2002 (estratto) - Agenzia delle Entrate
Circolare n. 203/E del 20 giugno 2002 - Agenzia Entrate
Risoluzione n. 60/E del 16 maggio 2005 - Agenzia delle Entrate
Risoluzione n. 9/E del 17 gennaio 2006 - Agenzia delle Entrate
Mod. AA 7/7
Corte di Cassazione 19 luglio 1991, n. 8034
Corte di Cassazione 18 aprile 1998, n. 3945

Flavio Guidi
Fondatore nel 1985 del Gruppo Sida, società tra le prime in Italia nei campi della formazione, consulenza e strategia. Dottore commercialista, è promotore dell'ISD - Istituto Studi Direzionali.
Nel 200 ha promosso il Centro Formazione Marche, consorzio che comprende aziende e numerosi enti pubblici; nel 2002 ha costituito la Globis S.p.A., per l'internazionalizzazione delle PMI.
Paolo Duranti e Luca Omenetti
Consulenti Sida.